Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Quante persone vivono da sole nel nostro paese? Secondo l’Istituto nazionale di statistica  i single sono più di quattro milioni. E la cifra cresce costantemente.

    Ecco, a tutti loro vorrei chiedere: che cosa vi impedisce di cucinare un cibo fresco, cotto al momento, nella quantità giusta per voi? E’ il tempo? Sappiate allora che qualcuno vi ama: sono le aziende che producono e confezionano le specialità precotte. E come loro amano voi, anche voi amate loro. Perché coi vostri acquisti le avete sostenute, nonostante la crisi: in un anno sono cresciute sia le ditte che vendono cibo pronto – tipo rosticcerie e take away – sia quelle che producono i precotti industriali o “pronti da cuocere” in vendita nella grande distribuzione.

    Che cosa comperiamo prima di rientrare a casa dopo una giornata passata al lavoro? Pizze e pastasciutta, sughi pronti, poi ci sono minestre e lasagne solo da scaldare – tre minuti in padella o al forno. Se vogliamo ci sono anche le scatole di legumi già lessati, le conserve di vario tipo, le scatolette di tonno o carne…

    Le aziende pensano a tutto, variano continuamente le proposte per consentirci di variare la nostra dieta, e vendono porzioni piccole, da uno, per evitare gli sprechi.

    Sì, ma cosa c’è in questi cibi precotti? Quanto sale aggiunto, quanti additivi? Le sostanze contenute negli alimenti come vitamine e antiossidanti si liberano durante la cottura, allora noi cosa mangiamo? Le proteine e i carboidrati certamente: le calorie sono garantite. Per il resto, leggere sempre bene l’etichetta…

    E comunque dobbiamo sapere che quando andiamo al ristorante una parte di ciò che mangiamo viene da alimenti in parte precotti, per praticità di preparazione, addirittura c’è chi preferisce i semipronti industriali all’assunzione di un cuoco professionista.

    Resta da capire perché, nonostante il potere d’acquisto sia diminuito, le vendite di cibi pronti tengono, anzi addirittura sono in aumento. Beh, il tempo è denaro. E poi, sapere che qualcuno ha cucinato per te ti fa sentire meno solo…

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario