Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Dal Vangelo di Luca: “In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Andavano tutti a farsi registrare, ciascuno nella sua città.
    Anche Giuseppe, che era della casa e della famiglia di Davide, dalla città di Nazaret e dalla Galilea salì in Giudea alla città di Davide, chiamata Betlemme, per farsi registrare insieme con Maria sua sposa, che era incinta.”

    Sono passati più o meno duemilaundici anni, ed eccoci ancora qui a “farci registrare” insieme ai nostri familiari…

    Le grandi manovre del censimento 2011 sono partite il 9 ottobre. Dopo le difficoltà tecnologiche e di comunicazione dei primi giorni, le operazioni sembrano procedere in modo abbastanza ordinato.

    Certo, non tutti gli italiani si precipitano a rispondere, e, soprattutto, non si fidano delle domande. Ecco qualche esempio: “che gliene importa all’Istat di quello che facevo il 9 ottobre 2011?” “Perché vogliono sapere se in casa ho due bagni oppure uno?” Anche il nostro campione di telespettatori ha risposto al 61% che alcune domande non rispettano la privacy…

    Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario