Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Tanto per cambiare. La commissione europea segnala che 143 città italiane non hanno fogne e sono prive di impianti di depurazione. Seguiranno sanzioni. Che significa? Che la multa europea la pagheremo tutti – meglio, la pagheranno quelli che non evadono le tasse, perché finirà ripartita sulla fiscalità generale. Ma di chi è la colpa? Se arrivano le sanzioni dall’Europa è perché non abbiamo realizzato compiutamente il sistema di depurazione nel nostro paese. In territorio italiano scorre il fiume più inquinato di Europa, il Sarno, trascinando lungo il suo corso le scorie delle concerie e delle industrie di conserve. Tocca 39 comuni della Campania, città piccole e grandi, quasi sempre senza depuratori, molto spesso senza fogne.

    Si parla da decenni della depurazione del Sarno, il progetto è stato commissariato, ma proprio ora che mancherebbero due-tre anni di lavori per completare l’ultimo di una serie di  depuratori, si è fermato tutto. Restano collettori fognari pronti ma non allacciati, insomma il ciclo di depurazione non è completo: i depuratori che funzionano e ripuliscono l’acqua, poi la rimettono in circolo e finisce che la mischiano con i liquami.

    Ma non è solo la Campania, ci sono anche comuni del Nord ancora fuori legge; dai Lago di Como alle città di Trieste, fino ad arrivare al caso di Imperia, che addirittura ha un  depuratore in costruzione da ventitré anni. Tutti però paghiamo il canone di depurazione, sulla bolletta dell’acqua.

    Paradosso italiano: da una parte l’Ue finanzia i lavori per impianti di depurazione con fondi comunitari – e su questo sono aperte decine di inchieste giudiziarie, perché intorno alle costruzioni di depuratori incompiuti ci sono grandi profitti, spessocriminali. Dall’altra parte restano diciotto milioni di cittadini privi di fognature e per questo l’Ue ci manderà il conto.

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario