Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Quante volte avete letto su un cartello “progetto finanziato con il contributo dell’Unione Europea”? Troppo poche, a giudicare dai dati della Commissione di Bruxelles. Perché l’Italia è al penultimo posto – prima della Romania – nella classifica dei paesi che utilizzano i fondi messi a disposizione dall’Europa. Ma come è possibile? In cima alla classifica ci sono le repubbliche ex sovietiche, come l’Estonia che tecnologicamente è molto più avanzata dell’Italia. Ma questo è solo uno dei problemi.

    Per accedere ai finanziamenti europei è necessario presentare un progetto che deve essere approvato da una serie di soggetti istituzionali. Nel nostro paese la trafila burocratica è lunga, può richiedere anche anni. Altrove ci sono organi dello stato centrale, agenzie al servizio di chiunque – ente, associazione, azienda, università, gruppo di ricerca – voglia accedere ai fondi.

    Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario