Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Se nei bar italiani – e soltanto nei bar – si servono tre milioni di tazzine di caffè al giorno, allora possiamo dire che l’espresso è la bevanda nazionale. Chi lo vuole ristretto, chi lo preferisce macchiato, o schiumato, tutte queste differenze sono un tratto tipico degli italiani al bancone. Quanti di voi sanno riconoscere un buon caffè? Probabilmente tutti. Perché è una specie di istinto quello che ci svela le note aromatiche della miscela, tra l’altro esistono studi sull’effetto tonificante del profumo che sprigiona dalla tazzina, prima ancora di aver assaporato il caffé.

    Per tutti gli appassionati – quelli che conservano in frigo la polvere per preservarne la fragranza – ecco alcuni consigli di preparazione: meglio usare acqua decalcificata che non altera il gusto,  non pressare mai il caffè nella moka se no si perde l’aroma, lasciare il coperchio sollevato mentre il caffè “passa”.

    Annusate sempre il caffè macinato: se riconoscete sentori floreali freschi e di tostatura, allora è buono. La quantità massima consentita è di 3-5 tazzine al giorno, ognuna contiene circa 80 mg di caffeina… per la cronaca, sappiate che il caffè contiene anche antiossidanti. Ma non lo prendiamo certo per questo, voi che dite?

    Comments

    comments

  • Un commento

    WP_Modern_Notepad
    • etabeta52 scrive:

      Nella mia vita ho bevuto moltissimo caffè, anche 15 al giorno, quando lavoravo di notte.
      Ora bevo solo una o due tazzine al giorno di caffè, ma pretendo che sia veramente buono.
      Avete mai provato il sapone al caffè, io l’ho trovato per caso e ho voluto provarlo. E’ fantastico fare la doccia al mattino col profumo di caffè.

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario