Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Quando vi sentite in vena di trasgressioni alimentari, che fate? Un bel fritto di pesce, magari filetti di baccalà, patatine fritte, un fritto all’italiana? A proposito, se si chiama così, vuol dire che è un piatto tipico della nostra tradizione, ma allora è possibile che faccia così male?

    Diciamo che è sconsigliato a chi ha problemi di ulcera, calcoli alla colecisti o gravi patologie pancreatiche o epatiche. Il bruciore di stomaco è un indicatore utile per capire se siamo di fronte a un cibo da evitare. Ma una persona sana può tranquillamente mangiare fritti una volta a settimana, magari con qualche precauzione, che richiede un certo controllo sulla preparazione della frittura, e quindi fa preferire quella fatta in casa. Leggi tutto…

  • Sono trascorsi tre anni dal terremoto e l’Aquila è ancora puntellata, è passato tanto tempo e ora c’è anche un nuovo rischio per la sicurezza degli operai, che potrebbero finire sotto le macerie, smontando le gabbie di tubi innocenti che affollano il  centro antico della città, perché su quei palazzi puntellati non è stato fatto alcun intervento, nel frattempo.

    Lo Stato continua a spendere i soldi delle sistemazioni provvisorie degli sfollati, ma non riesce a trovare quelli che sarebbero necessari per affrontare la parte più delicata, e però più determinante per l’identità di un luogo, dove oggi i turisti vengono, ma per mangiare bene, non certo per visitare monumenti e chiese. Insomma, siamo alle solite: “Italians, good cooking, pizza e mandolino”. Vi sembra giusto, con tutta la nostra storia, con la ricchezza del nostro patrimonio artistico? Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario