Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • L’aumento dei costi delle bollette dell’energia è come una tassa che cresce periodicamente, e non c’è scampo per nessuno. A meno che non si torni al vecchio sistema delle candele, non si trova un modo per risparmiare. Ci eravamo fatti qualche illusione con l’introduzione delle tariffe biorarie, e in effetti all’inizio erano state presentate come una scelta conveniente. Perché invece non funzionano?

    Perché il prezzo dell’energia elettrica nelle ore notturne è cresciuto, e ha accorciato la distanza con quello diurno, così siamo passati in due anni dal 40% a circa il 15% di differenza. In teoria questo permetterebbe comunque un risparmio, in pratica però non è così, c’è una differenza di pochi euro all’anno tra i virtuosi del contatore e tutti gli altri – per così dire – meno attenti.  Questo per quanto riguarda i principali gestori. Sul mercato libero si trova di meglio? Si può arrivare a risparmiare fino al 10%, ma bisogna studiare bene le proposte, perché le offerte hanno tutte una scadenza, oltrepassata la quale, il prezzo risale… Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario