Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Davvero la riforma della medicina di base vorrà dire ambulatori sempre aperti? Non esattamente, o meglio, non esiste indicazione specifica negli articoli del provvedimento varato in Consiglio dei Ministri e in attesa di completare l’iter di approvazione e di attuazione.

    Quello che è chiaro è il tentativo di razionalizzare l’approccio alla medicina di base: nelle intenzioni del Governo l’offerta sanitaria si allargherà, più medici lavoreranno insieme, organizzati in rete.

    In altre parole, questi medici già esistono, solo che non sono collegati tra loro. Il provvedimento mira a metterli in gruppo, a creare relazioni migliori coi pazienti fondate su un nucleo-poliambulatorio operante sulle dodici ore, coordinato con una guardia medica notturna e festiva, che possibilmente lavori nella stessa struttura.

    Sarebbe già tanto, ma quanto può costare? Questo non è chiaro, soprattutto in tempi di spending review, con tagli superiori ai dieci miliardi in tre anni, a livello nazionale. E infatti, tra gli scogli da superare, per il provvedimento di riforma della medicina di base, c’è il parere della Conferenza Stato-Regioni, che chiederà al Governo di non gravare sul bilancio degli enti locali, ma di prendere i soldi dal fondo statale per la sanità. Cominciamo bene – direte voi…

    Per adesso stiamo a vedere, innanzitutto sorvegliamo i tempi, che devono essere inferiori a quelli della legislatura, altrimenti si ricomincerebbe tutto daccapo….

    La nota positiva è che si può fare, ci sono alcune strutture già attive sul territorio. Poliambulatori aperti anche di notte, con i  medici di base che turnano sulle dodici ore, e si avvalgono di strumenti per elettrocardiogramma, test sulla glicemia, spirometria, mentre di notte e nei giorni festivi la stessa struttura ospita la guardia medica. Tutto questo migliora la prevenzione, e riduce l’affollamento del pronto soccorso.

    Si può partire da qui, dunque si può fare. Vediamo quanto ci vorrà.

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario