Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Il mercato immobiliare è fermo. Le richieste di mutui per comprare casa sono crollate del 50% rispetto a un anno fa. Nella desolazione generale si scorge qualche segno di vita solo tra i “vendesi nuda proprietà”, quelli sì, in aumento. Ma a ben guardare si tratta di un fenomeno perfettamente in linea con la crisi del settore.

    Una persona anziana, con la pensione bloccata, senza ulteriori redditi e con una casa di proprietà, nel momento in cui ha bisogno di soldi per sé o per i propri figli non ha altra scelta, se non quella di vendere la casa. E’ un altro dei cambiamenti cui assistiamo in questo tempo di passaggio. C’è già chi prevede il futuro abitativo degli italiani come una realtà fatta più di affitti che di compravendite, e qui si apre un altro capitolo.

    Se guardiamo al mercato degli affitti oggi, un bilocale in una grande città italiana costa circa mille euro, che sono più della metà del reddito mensile per la maggioranza degli aspiranti inquilini. Magari si accettano anche condizioni capestro, come gli affitti al nero… nei mesi scorsi si è parlato molto di denunciare i proprietari-evasori, per ottenere canoni più bassi, ma quanti inquilini lo fanno?

    La paura è grande, si teme di finire per strada da un giorno all’altro, o di subire le minacce del padrone di casa, di vedersi staccare la corrente… E poi, anche la collaborazione con l’Agenzia delle Entrate – che ha interesse a stanare gli evasori – non è semplice, le procedure non sono le stesse su tutto il territorio nazionale. Il consiglio è di non rassegnarsi, magari di cambiare la serratura e fare tutte le volture delle utenze, prima di denunciare il proprietario-evasore. Comunque, è una vita dura per gli inquilini…

    Comments

    comments

  • Un commento

    WP_Modern_Notepad
    • Se lo Stato volesse veramente stanare gli affitti in nero agli studenti basterebbe renderli detraibili dall’Irpef. Oggi si può detrarre il canone solo se si abita in un’altra provincia. Mio figlio studia e abita a Grugliasco, reggiungibile da casa con almeno due ore di viaggio ,ha obbligo di frequenza all’università e nonostante abbia un regolare contratto d’affitto non abbiamo diritto ad alcuna detrazione d’imposta, che ovviamente alleggerirebbe i non pochi sacrifici che facciamo in famiglia.
      Grazie e buon lavoro!

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario