Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Cosa ha fatto l’America per noi? Nel dopoguerra ci ha sostenuto economicamente col piano Marshall, quei dollari che arrivavano da oltreoceano servivano a mantenere un particolare equilibrio internazionale, garantivano stabilità economica anche agli Stati Uniti, e li rafforzavano politicamente nella logica del mondo di allora, quello dei blocchi contrapposti, quindi in funzione anticomunista.

    Erano tempi lontani, molto è cambiato da allora, eppure le cose che avvengono oltreoceano contano ancora tanto per noi.

    Oggi ci possiamo confrontare diversamente con l’America, e però siamo ancora più interconnessi rispetto a un tempo.

    L’Italia è parte dell’Unione Europea e del sistema Euro, ha ceduto un po’ della sua sovranità nazionale, ha condizionato le politiche di bilancio agli obblighi stipulati con l’Europa, anche per contare di più nel mondo.  Perché ormai, le scelte di tutti i Governi, da quelli del vecchio continente agli americani, ai cosiddetti “emergenti”, sono sempre più interconnesse, come la crisi ha dimostrato.

    Certo, le risposte alla recessione sono state diverse, perché diverse erano le condizioni delle economie nazionali, ma oggi gli Stati Uniti guardano anche all’Italia, a come reagirà nel lungo periodo a tutte le riforme degli ultimi mesi, per capire se potrà diventare un elemento di stabilità nel sistema Euro.

    In parole povere, se noi reggiamo, diamo una mano anche agli altri. Nella geografia della crisi, che si ramifica tra vari paesi,  la stabilità finanziaria europea è cruciale per gli Stati Uniti.

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario