Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Avete speso più di quanto avete guadagnato? Allora vi facciamo subito una bella moral suasion attraverso uno strumento di accertamento virtuale. Voi andate sul sito dell’agenzia delle entrate, cliccate su redditest e potete scaricare sul vostro computer un software che vi permette di calcolare la “coerenza” tra il reddito presunto e quello effettivo, attraverso le spese che avete sostenuto. Ci sono tante categorie, che variano da città a città, misurano i nuclei familiari…

    I dati restano sul vostro computer, non vengono trasmessi al fisco. Ma allora a che serve? E’ un accertamento  fai-da-te che dovrebbe avere la funzione di convincervi a pagare più tasse, qualora alla fine della compilazione scatti un semaforo rosso, segno che il  reddito dichiarato al fisco è inferiore alle spese sostenute.

    In qualche modo il redditest svela i meccanismi in base ai quali ragionano gli ispettori del fisco, e vi anticipa il rischio di diventare oggetto di eventuale accertamento fiscale. Quindi potete costituirvi  con più comodo, prima che Befera venga a pizzicarvi! Dovete preoccuparvi solo a partire da uno sfasamento del 20% tra le aspettative del sistema redditest, e il vostro tenore di vita. In generale dovete fare riferimento alle entrate più che alle uscite del vostro bilancio. E’ lì che si annida l’incoerenza, e il rischio di eventuale accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate.

    Tutto questo funzionerà, nella lotta all’evasione fiscale? Lo capiremo quando sarà entrato in vigore un altro sistema, per nulla virtuale, cioè il futuro redditometro. Per adesso, abbandoniamoci alle simulazioni…

  • Un commento

    WP_Modern_Notepad
    • michele stifano scrive:

      Il redditometro è l’ultima trovata dei ladri e mafiosi che governano questo paese.
      È ora di smetterla di fare la lotta all’evasione e lotta alla mafia.
      Le forze a disposizione dell’ufficio delle entrate si concentrino sulle elusioni.
      Se è vero che l’evasione, la corruzione e la mafia sono il cancro di questa Italia allora: estirpiamo il cancro
      Eliminiamo il denaro contante.
      Penso che tutti , anche la vecchietta, sia pronta a maneggiare social card o carte di ogni tipo, per cui non sarà difficile utilizzare un qualunque marchingegno che ci consenta di pagare anche il caffè al bar ed essere tracciato (l’estratto conto se l’o sono già preso).
      A mio parere sarebbe sufficiente questo per rimettere in movimento l’economia e risolvere il
      90% dei problemi di questa società: bilanci tutti tracciabili, evasione zero, criminalità impossibilitata ad operare, spalloni disoccupati. Provate a immaginare quante vite non verranno più stroncate per rapinare qualche euro? Quanti benzinai avranno salva la vita? Quanti negozianti alzeranno le serrande con maggiore serenità? Quanti ragazzi si rivolgeranno ai SERT?
      Che dire delle bustarelle, come faranno a passarle sottobanco? E i partiti cosa si dovranno inventare per spendere tutti quei milioni di euro?
      Con le ingenti risorse recuperate tagliare le imposte sul lavoro e aumentare le buste paga anche di 300,00 euro.

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario