Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Non sono solo le famiglie ad avere difficoltà economiche. Anche le imprese sono a corto di liquidità, e la crisi si è approfondita nel corso dell’ultimo anno. Questo vuol dire che gli imprenditori non riescono a fare fronte ai pagamenti, spesso non incassano dai clienti, e insomma finiscono in protesto.

    Secondo i dati statistici ufficiali, le aziende che non riescono a sostenere il peso dei debiti sono aumentate di quasi il 9% negli ultimi due anni, e alla fine del 2012 c’è stata addirittura un’impennata di titoli protestati.

    Poi ci sono i consumatori, quelli che comprano un’auto a rate, o accendono un mutuo, e poi perdono il lavoro e non riescono a pagare.

    A quel punto, in base alla legge, le finanziarie possono cedere il credito a società specializzate nel recupero crediti. E’ una pratica legale, che da sempre però è suscettibile di avviare una catena di cessioni, una “filiera lunga” che, specialmente in un momento di così grave recessione può scivolare in terreni poco limpidi, e nel rischio di interventi da parte di società legate alla criminalità organizzata, leggi ‘ndrangheta. Si calcola che un quarto dei crediti nel 2011 sia stato riscosso da società non tracciabili. Circolano su internet anche dubbi annunci di ricerca personale, dove si richiedono particolare prestanza fisica, e curriculum corredato di precedenti penali, per essere assunti in società di recupero crediti. Insomma, è una brutta storia…

    Cosa si può fare, per non finire sotto ricatto? Le aziende possono cercare di prevenire il rischio, evitando di fare affari con clienti potenzialmente poco affidabili, o stipulando un’assicurazione sui crediti.. e i singoli cittadini? Di fronte alle pressioni psicologiche o alle intimidazioni c’è solo la denuncia, altrimenti si finisce nell’angolo dei cattivi pagatori – quelli non li aiuta nessuno, e rischiano di diventare vittime dell’usura.

  • 6 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • mdemedici scrive:

      Gentile Simonetta, per la puntata in questione, e per analizzare a fondo il suo caso, le consiglio di rivolgersi al Codacons, che all’epoca ha affrontato insieme a noi la questione “cattivi pagatori”. Le associazioni di consumatori dispongono di tecnici esperti della materia.
      Grazie e continui a seguirci!

    • Simonetta scrive:

      Buongiorno, sono una vostra assidua telespettatrice di Torino e, anche se con un po’ di ritardo rispetto al giorno in cui è andata in onda la puntata sui cattivi pagatori, vorrei sapere se può rientrare in questo discorso anche il mio caso: avendo in mano una sentenza a mio favore, emessa dal tribunale di Torino, che obbliga un impostore a risarcirmi i danni per dei lavori di ristrutturazione mai portati a termine posso rivolgermi ad una di queste agenzie di recupero crediti o in questo tipo di situazione si deve seguire un iter diverso e nel caso quale?
      Vi ringrazio moltissimo, buon lavoro.
      Simonetta.

    • mdemedici scrive:

      Gentile Salvatore, ecco il consiglio di Gianluca di Ascenzo Vicepresidente Codacons:

      Per quanto riguarda AMEX, c’è il rischio ipotetico di subire una
      procedura
      esecutiva, che potrebbe essere mobiliare o immobiliare, in
      relazione
      all’importo del debito. Per poter dare una riposta approfondita,
      però,
      bisognerebbe esaminare la documentazione e sarebbe il caso che il
      telespettatore si faccia assistere da un legale.

    • mdemedici scrive:

      Caro Marcello, le inoltro la risposta del nostro ospite Gianluca Di Ascenzo, vicepresidente del Codacons

      Per avere informazioni, verificare la registrazione e/o chiedere la
      cancellazione presso un sistema di informazioni creditizie SIC
      privato è
      possibile consultare i seguenti siti internet
      CRIF
      http://www.crif.it/Consumatori/CRIF-per-i-
      Consumatori/Pages/Cancellazione-dati.
      aspx

      EXPERIAN
      http://www.experian.it/consumer-information/informazioni-sui-privati.
      html

      CTC
      http://www.ctconline.it/diritto.asp?cod=1

      Centrale Rischi Bnca d’Italia
      http://www.bancaditalia.it/serv_pubblico/elenco-dei-
      servizi/info_archivi_CR

    • Marcello scrive:

      Buon giorno
      Seguo spesso la trasmissione con interesse
      (nei limiti del tempo disponibile)
      e devo fare i miei complimenti.
      Domanda:
      essendo titolare di una ditta individuale
      1 – come posso controllare se sono registrato come cattivo pagatore?
      2 – come posso far cancellare tale registrazione ?
      Grazie e buon lavoro.
      Marcello Zappa
      Torino

    • SALVATORE scrive:

      Io purtroppo ho un debito di circa 7500 euro con AMEX ho chiesto se potessi rimborsarlo con un piano di rientro mensile ma purtroppo mi hanno dato risposto di no ed hanno ceduto il mio debito ad una agenzia di recupero crediti.Cosa mi puo’ succedere adesso possono togliermi la casa io sono propritario al 50 %.
      Grazie per favore datemi una risposta.

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario