Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • A chi si può chiedere una mano in un momento difficile? E se è tutta la vita, la vita di ogni giorno, il nostro quotidiano, a richiedere assistenza, possiamo farcela da soli, o magari aiutandoci tra noi, con il sostegno di familiari e amici, vicini di casa, gente del quartiere?

    In realtà sarebbe quello che chiamiamo welfare, lo Stato sociale a dover garantire almeno in parte i servizi essenziali per bambini, anziani, disabili, persone non autosufficienti, insomma per tutte le categorie di individui fragili, che necessitano di assistenza. Ma in questi tempi di crisi i tagli hanno colpito anche il welfare, e l’Italia è precipitata in fondo alla classifica dei Paesi europei per rapporto tra soldi disponibili – la ricchezza della nazione, indicata nel Pil – e spesa sociale.

    E che hanno fatto gli italiani? Non sono rimasti con le mani in mano, anzi. Si sono dati da fare, hanno auto-organizzato delle micro reti sociali di aiuto e mutuo sostegno.

    Associazioni di genitori dei ragazzi disabili, pensionati che assistono gratuitamente altri pensionati più anziani, mamme che aprono piccoli asili domestici per accogliere i bambini a prezzi contenuti, e prendersi cura del proprio figlio e di quelli degli altri, sono gli esempi che abbiamo raccontato nella puntata di oggi. Ora, la domanda è: solo così si può fare in Italia?

    E’ vero che siamo un paese longevo, e la spesa pensionistica è alta, ma mancano troppe cose… ad esempio non ci sono né la volontà né la motivazione necessarie per convogliare le enormi risorse umane che il cuore sano del nostro Paese mette in campo ogni giorno. Quanto servirebbe per gestire una simile organizzazione? Secondo il Forum del terzo settore, che raggruppa molte associazioni di volontariato, una spesa nazionale di sei-sette miliardi basterebbe a coprire tutte le necessità del welfare. Come trovare questi soldi? Tagliando gli sprechi, quelli veri, e riorganizzando. Se la politica partisse da qui….

  • 2 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • mdemedici scrive:

      Caro Alessio, può rivolgersi all’associazione Scarabocchiando – nidi famiglia. E buon lavoro!

    • Alessio scrive:

      Buon giorno, sono interessato ad aprire un asilo domestico… Ho visto che avete trattato questo argomento, potete darmi qualche indicazione in merito… A chi posso rivolgermi? Grazie, sono di Udine..

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario