Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • operaiNonostante la crisi, ci sentiamo dire che la ricchezza procapite degli italiani resiste, che siamo un popolo abituato a tenere i soldi sotto al materasso. Ma è vero, e soprattutto è vero per tutti? No, decisamente. Da tempo crescono le sofferenze in molte fasce sociali, ma, in questo momento, sicuramente i ricchi piangono meno dei poveri. Secondo dati Ocse, il reddito disponibile per i ricchi si è ridotto solo dell’1% all’anno, tra il 2007 e il 2012, mentre quello dei meno abbienti è calato del 6%.

    E se si considera la popolazione per fasce d’età, si scopre che per un ragazzino minorenne, la quota di reddito teoricamente disponibile si riduce ogni anno di circa 800 euro, i diciottenni hanno perso 300 euro all’anno, hanno tenuto gli over 50 e i pensionati. Tutto questo fino a un paio di  anni fa. Oggi è peggio. Perché molte pensioni di fascia media non vengono adeguate agli aumenti del costo della vita. Gli anziani si trovano a dover scegliere se comprare un cappotto o andare dal dentista. Rinunciano a tutto il superfluo, ma ormai anche i beni necessari sono un lusso… e infatti i consumi di energia, di acqua, gas, elettricità, e i carburanti hanno subito forti aumenti. Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario