Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • condizionatoreCome si fa con questo caldo, mettiamo l’aria condizionata? Certo, quando proprio non si respira, sembra che non esistano alternative.. sappiate che il consumo energetico di un condizionatore acceso per 12 ore al giorno si traduce in circa 250 euro in più sulla bolletta elettrica di fine estate -senza calcolare il danno per l’ambiente, visto che l’aria condizionata provoca emissioni di gas e surriscaldamento all’esterno.

    I condizionatori attualmente sul mercato hanno una tecnologia inverter che consente di tenere sotto controllo gli sprechi di energia a patto di evitare di accendere e spegnere in continuazione – ci sono anche quelli che si adeguano automaticamente alle variazioni di temperatura interna, con ulteriore risparmio energetico…

    Come per il riscaldamento è importante che l’ambiente domestico sia ben isolato, pareti e infissi devono essere a tenuta d’aria. Bisogna anche scegliere al meglio la collocazione delle parti esterne e interne della macchina, che dovrebbero essere piazzate all’ombra e lontane da fonti di calore domestiche, perché ogni surriscaldamento diminuisce l’efficienza e aumenta i consumi, e gli sprechi di energia.

    Qual è la temperatura giusta? Diciamo che non dovrebbe superare i cinque-sei gradi di differenza rispetto all’esterno, e mantenere un livello di umidità intorno al 50%.

    Gli sbalzi di temperatura sonno dannosi per tutti, specialmente per i soggetti più fragili, bambini e anziani, e comunque è opportuno non scendere al disotto dei 21-23 gradi. Magari di giorno, quando fa più caldo, si può scegliere di rinfrescare l’ambiente, e durante la notte limitarsi alla deumidificazione.

    Periodicamente ogni condizionatore deve essere pulito, perché tende a concentrare batteri e spore fungine, o allergeni. I filtri si smontano e si lavano ad acqua corrente, poi si mettono ad asciugare. Vanno sostituiti una volta l’anno se le macchine si usano regolarmente, e con la stessa frequenza si deve controllare il livello del gas refrigerante. I vecchi condizionatori devono sostituire i gas più inquinanti con quelli nuovi, ecologici.

    A proposito, se non avete ancora fatto questa spesa, sappiate che chi  installa quest’anno un condizionatore a pompa di calore può usufruire di una detrazione del 50% per ristrutturazione edilizia fino alla fine del 2013.

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario