Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • panorama urbanoCi aspettano ancora lunghe settimane di discussione, ma alla fine una cosa è certa: dovremo pagare tutti una parte delle nuove tasse che sostituiscono Imu e tassa sui rifiuti. Si chiamano Tasi, quella sulle case, e sui cosiddetti servizi indivisibili, e Tari, quella sui rifiuti. Tutto insieme diventa Trise, e già fioccano le battute sulla tristezza del nome scelto, ma in fondo che cos’è un nome? in questo caso è una sigla, che si traduce in due semplici parole: devi pagare.

    Il problema è che non sappiamo ancora quanto, o meglio sappiamo che pagheremo la seconda rata Imu entro il 16 dicembre, perché quella è confermata, e poi dal 2014 si vedrà. Leggi tutto…

  • frigo chiusoCome si faceva quando non c’era il frigorifero? Molti di noi non hanno memoria di quei tempi lontani, e non hanno neppure la possibilità di organizzarsi per trovare il modo di fare la spesa giorno per giorno, consumando di volta in volta cibi sempre freschi. Quindi, noialtri che ci arrangiamo con i mezzi che le “moderne tecnologie” ci mettono a disposizione, e quindi veniamo a patti con il nostro frigo quasi tutti i giorni, possiamo cercare di sfruttarlo al meglio e al tempo stesso possiamo evitare perdite eccessive di valore nutritivo dei nostri alimenti.

    Allora, se non avete a disposizione uno di quei display che indicano sull’esterno dello sportello le temperature raggiunte nei vari scomparti, e neppure un libretto di istruzioni con i consigli di conservazione dei cibi, potete regolarvi sulla base di un’elementare legge fisica. L’aria fredda è più pesante della calda, quindi la zona più fredda del vostro frigo – congelatore a parte – sarà quella più vicina al cassetto delle verdure, lì vi conviene piazzare la carne, il pesce e gli affettati.

    Leggi tutto…

  • bici in cittàPensate alla strada che percorrete ogni giorno per andare al lavoro, a scuola, all’università, al mercato per fare la spesa, dal medico di famiglia, al cinema…. Insomma: pensate ai chilometri che percorrete e al mezzo di trasporto che usate. Li fareste in bicicletta?

    Per la prima volta le vendite delle bici sono cresciute più di quelle delle auto, che invece continuano a perdere porzioni di mercato. Leggi tutto…

  • sindaci-fascia-tricoloreOgni anno undici comuni italiani vengono sciolti per sospette infiltrazioni mafiose. Solo nel 2012 270 amministratori locali hanno subito intimidazioni mafiose, e le hanno denunciate. Poi ci sono tutti i casi  di minacce non denunciate, e quindi ignote agli investigatori. Quindi se è vero che tanti sindaci e consiglieri comunali si lasciano corrompere, o si piegano alla minaccia, molti di più sono quelli che resistono, e combattono, spesso da soli, senza aiuto da parte dello Stato.

    Gli amministratori locali decidono le assegnazioni di appalti, per attività che possono interessare la criminalità organizzata. In tempi di crisi economica il prezzo più basso lo offrono le ditte colluse con le mafie. Questo avviene soprattutto nei comuni del Sud, ma ci sono anche molti casi al Centro e al Nord. Leggi tutto…

  • un gruppo di anzianiSe è vero che per uscire dalla crisi bisogna far ripartire i consumi – e infatti le aziende che esportano sono in condizioni migliori rispetto a quelle che si rivolgono solo al mercato interno –  allora bisogna avere più soldi in tasca, e ce li devono avere tutti, non solo i ricchi, ma anche le persone che vanno a fare la spesa, i piccoli acquisti quotidiani, e quelli più impegnativi, come gli elettrodomestici…

    A questo punto possiamo chiederci chi è che va a fare la spesa tutti i giorni, chi ha il tempo per farlo? Sicuramente i pensionati, peccato che il 45% di loro sia al disotto della soglia di povertà, nel nostro Paese. Eppure la spesa per pensioni viene considerata sempre troppo onerosa, per il bilancio statale. Leggi tutto…

  • cento euroChe rapporti avete con il vostro istituto di credito? Siete ancora dei correntisti “tradizionali” o vi siete sganciati dal vecchio conto corrente e siete passati a una banca on line?

    Secondo l’associazione delle banche molti italiani hanno fatto questa scelta durante l’ultimo anno. Hanno perso il contatto diretto con il cassiere allo sportello, ma possono rifarsi al telefono, e poi c’è il risparmio, che ammonta più o meno al 30% della media di quanto si spende con un conto corrente tradizionale. Nel 2012 la differenza era tra i cento euro delle banche vecchia maniera e i settanta-ottanta delle on line. Questo perché su internet spesso non si paga il canone, e poi ci sono alcune operazioni gratuite. In realtà i conti correnti, anche quelli tradizionali, offrono spesso un pacchetto di operazioni comprese nel canone. Leggi tutto…

  • ginestrellaCi vuole tempo, e anche pazienza. E soprattutto ci vuole sapienza, quella che un tempo era più diffusa, e oggi appartiene alla tradizione e al patrimonio di pochi appassionati. Però, a giudicare dalle vostre risposte alla redazione internet, ci sono tanti raccoglitori di erbe selvatiche tra i nostri telespettatori. Per quanti ancora ne sanno poco, forse saranno utili alcune istruzioni preliminari. Leggi tutto…

  • basta violenzaUna nuova legge appena pubblicata prevede pene più severe per chi commette violenze in famiglia, alla presenza di bambini, o ragazzi minorenni. E’ una delle forme più gravi di abusi contro le donne, quelli che spesso nascono all’interno di un rapporto consolidato, magari iniziano da uno schiaffo, dato per motivi di gelosia, e poi diventano botte che spezzano le ossa, e a volte finiscono con l’uccisione.

    Certo, il fatto che la legge si occupi di disciplinare la materia vuol dire che l’esigenza di proteggere le vittime viene recepita come un’urgenza sociale, vista la diffusione dei casi di violenza che leggiamo sui giornali. Leggi tutto…

  • motor showBologna non ospiterà quest’anno il tradizionale Motor Show, a causa della crisi. Le case automobilistiche non partecipano, senza macchine niente spettacolo. La cancellazione di una manifestazione classica per la regione che la ospitava, con la sua tradizione di appassionati e costruttori dell’eccellenza – Maserati, Lamborghini, Ferrari – è specchio di una crisi profonda, quella del mercato dell’auto. Sostenuto storicamente dagli aiuti di Stato, e oggi non più difeso, il settore avvizzisce, gli stabilimenti si svuotano, il mercato arranca.

    Però non è così per tutti. Durante lo scorso mese di settembre la media europea delle vendite è cresciuta del 5,5%, l’Italia invece ha subito un calo del 2,9%. Leggi tutto…

  • giornate di orientamento al lavoroChi è laureato trova lavoro più degli altri? Sì, i dati statistici lo confermano. Quale lavoro?

    Molti riescono ad ottenere contratti per impieghi a bassa qualificazione. Un ingegnere, un laureato in giurisprudenza oppure in economia, possono accettare di fare i commessi, o di lavorare nelle catene di fast food, o nei servizi di assistenza domiciliare. D’altra parte non ci sono molte alternative, se non andare all’estero, dove i contratti sono anche meglio remunerati. E si sa che stare lontani dal lavoro, da qualunque tipo di lavoro, riduce le probabilità di futuri impieghi migliori.

    Gli incentivi per le assunzioni, i fondi europei assegnati alle regioni per formare e avviare al lavoro i giovani disoccupati si perdono nei soliti meccanismi italiani, in un mix di interessi della politica locale e incapacità tecniche di gestione dei finanziamenti. Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario