Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • cento euroChe rapporti avete con il vostro istituto di credito? Siete ancora dei correntisti “tradizionali” o vi siete sganciati dal vecchio conto corrente e siete passati a una banca on line?

    Secondo l’associazione delle banche molti italiani hanno fatto questa scelta durante l’ultimo anno. Hanno perso il contatto diretto con il cassiere allo sportello, ma possono rifarsi al telefono, e poi c’è il risparmio, che ammonta più o meno al 30% della media di quanto si spende con un conto corrente tradizionale. Nel 2012 la differenza era tra i cento euro delle banche vecchia maniera e i settanta-ottanta delle on line. Questo perché su internet spesso non si paga il canone, e poi ci sono alcune operazioni gratuite. In realtà i conti correnti, anche quelli tradizionali, offrono spesso un pacchetto di operazioni comprese nel canone.

    Per scegliere le condizioni migliori si può fare un confronto tra i vari istituti di credito, ma a partire dal proprio profilo personale. Ora è molto diffusa l’offerta personalizzata, il conto per i pensionati, gli studenti, i single, le famiglie. L’importante è avere le idee chiare circa le proprie abitudini. Il vero risparmio si potrebbe fare spostandosi da una banca all’altra, ma in pratica è un’operazione ancora troppo difficile in Italia, a giudizio dell’Antitrust.

    Quindi: cosa vi serve? Avete uno stipendio o una pensione da farvi accreditare, bollette da pagare con la domiciliazione, avete bisogno di bancomat o carta di credito, di un libretto di assegni, e della possibilità di versare e prelevare denaro, e di fare bonifici. Leggete bene il contratto che vi viene proposto, e se scegliete di fare un conto con una banca on line ricordatevi di non rispondere alle email in cui vi si chiede di digitare una delle vostre password. Si tratta di tentativi di sottrazione dei vostri dati personali, nessuna banca fa una simile richiesta ai propri correntisti.

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario