Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • sindaci-fascia-tricoloreOgni anno undici comuni italiani vengono sciolti per sospette infiltrazioni mafiose. Solo nel 2012 270 amministratori locali hanno subito intimidazioni mafiose, e le hanno denunciate. Poi ci sono tutti i casi  di minacce non denunciate, e quindi ignote agli investigatori. Quindi se è vero che tanti sindaci e consiglieri comunali si lasciano corrompere, o si piegano alla minaccia, molti di più sono quelli che resistono, e combattono, spesso da soli, senza aiuto da parte dello Stato.

    Gli amministratori locali decidono le assegnazioni di appalti, per attività che possono interessare la criminalità organizzata. In tempi di crisi economica il prezzo più basso lo offrono le ditte colluse con le mafie. Questo avviene soprattutto nei comuni del Sud, ma ci sono anche molti casi al Centro e al Nord.

    In Lombardia un’amministrazione comunale è stata sciolta per sospette infiltrazioni mafiose: è Sedriano, periferia Nord di Milano. Si tratta di appalti concessi a ditte di che sarebbero legate alla criminalità organizzata. E’ la prima volta che un comune lombardo viene commissariato per mafia. Ogni volta che succede, ogni volta che un commissario entra in un municipio per governare una comunità, la democrazia viene sospesa per diciotto, ventiquattro mesi. E poi si torna a votare con sempre meno fiducia nella politica.

    Questa spirale va interrotta, migliorando le norme che governano gli appalti, rendendo obbligatoria l’iscrizione delle imprese nelle liste “pulite”, oggi facoltative, e non abbandonando i sindaci, da soli, davanti a ogni tipo di pressione, quella mafiosa ma anche l’esasperazione sociale che nasce in tempo di crisi economica. I sindaci sono l’unico riferimento istituzionale diretto, dello Stato, sul territorio, e in un momento di difficoltà le persone disperate si rivolgono a loro. E i sindaci spesso hanno le porte aperte, specie in provincia è semplice arrivare direttamente a parlare con loro. Sono i più vicini ai cittadini, ma non hanno i mezzi, le possibilità per rispondere alle esigenze delle persone. E lo Stato non provvede.

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario