Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • contatoriE’ il momento dei conguagli, e arrivano cifre molto alte, il che a volte può dipendere da problemi legati all’esternalizzazione del servizio di lettura e riscossione da parte delle compagnie che ci vendono l’energia, e dai ritardi che si sono accumulati nei primi mesi del passaggio alle società esterne. Per questo, in qualche caso, arriva una bolletta che somma i consumi non calcolati per alcuni mesi…

    A proposito – avete dato uno sguardo all’ultima fattura che vi è arrivata? Voglio dire, a parte l’importo totale… la compagnia del gas, che dovrebbe leggere i contatori almeno una volta all’anno, nei periodi intermedi può calcolare il consumo presunto in base alle condizioni climatiche e alle vostre abitudini, registrate in passato.

    Molti consumatori però non trovano coincidenza tra i dati riportati in bolletta e le cifre segnate dal contatore. Perché avvengono simili disservizi?

    Innanzitutto bisogna vedere a quando risale la stipula del contratto, perché al momento della firma ogni utente fornisce all’azienda di distribuzione dell’energia i propri dati, il numero dei familiari conviventi, e ogni informazione che possa essere utilizzata per elaborare un’ipotesi di consumo. E’ su simili dati che si fonda la proiezione che noi troviamo in bolletta. Per questo conviene comunicare tempestivamente all’azienda fornitrice di energia ogni variazione che ci riguarda.

    E poi, ovviamente, dobbiamo prendere l’abitudine di leggere il nostro contatore del gas. Di fronte alla differenza tra quanto abbiamo letto e quello che ci viene richiesto di pagare in bolletta dobbiamo chiedere la rettifica, e quando sarà riconosciuto l’errore, ci arriverà un indennizzo, entro tre mesi. Se la questione si ripresenta, potrebbe essere a causa del contatore.

     Il problema non dovrebbe sussistere coi nuovi contatori elettrici, quelli digitali..e invece anche quelli si possono guastare, o meglio, possono subire interferenze proprio al momento della comunicazione dei consumi. In questi casi la macchina è programmata per riprovare a stabilire il contatto, per un certo numero di volte, se però fallisce si passa ai consumi presunti. Sappiate comunque che in bolletta deve esserci scritto se i consumi sono stati rilevati da una lettura effettiva o stimati in base ai nostri consumi storici. E anche nelle bollette elettriche una parte dei giorni conteggiati, diciamo una ventina, sono tuttora stimati, ma dovrebbero incidere poco sul totale. Speriamo…

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario