Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  •  

    olio extravergine d'olivaL’agricoltura è un settore in crescita, nonostante la crisi riesce a creare lavoro, e vende all’estero il nome dell’Italia insieme ai prodotti alimentari più ambiti del mondo. C’è un nemico, però, ed è il falso agroalimentare, il cibo adulterato, le copie degli originali realizzate “taroccando” il nome e senza farsi tanti scrupoli sulla salute delle persone.

     E infatti, negli ultimi due anni il fatturato delle mafie sui prodotti agricoli è cresciuto del 12%. La criminalità ci guadagna, è chiaro, ma chi perde non è solo il comparto dell’agricoltura legale, sono anche i consumatori, che rischiano sempre la frode, e in qualche caso anche l’intossicazione. Ci sono stati casi di pesce “rinfrescato” con qualche spruzzo di sostanze chimiche che servivano a renderlo gradevole anche quando in realtà era già vecchio. Ecco, il problema di scoprire e perseguire simili frodi, pericolose per la salute delle persone, è anche l’assenza di una coordinazione nazionale tra i vari nuclei di  investigatori. Le associazioni cercano di supplire, nell’interesse degli agricoltori.

    La Coldiretti ha organizzato un osservatorio sulla criminalità in agricoltura, che vuole rendere più organici i sistemi di controllo, in modo da fornire sempre maggiori informazioni a chi compra i cibi freschi, o si serve nei ristoranti. La via della trasparenza è diventata anche una politica volontaria di alcuni gruppi della grande distribuzione, che nei prodotti a marchio scelgono di indicare puntualmente i luoghi di origine e le modalità di produzione.

    Si crea così una doppia azione di controllo, che mette insieme lo Stato e i cittadini. Restano però le lacune di legge, che rendono poco rischioso e molto redditizio il business agromafioso. Il rischio di una denuncia o di una multa viene addirittura calcolato come rischio di impresa, e a fronte di guadagni enormi è davvero irrisorio.

     

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario