Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • mercato-frutta-e-verduraChe cos’è questa deflazione? E poi, soprattutto, riguarda anche noi? Da qualche tempo lo spettro si agita nei Paesi della zona Euro, la paura cioè che l’inflazione rallenti sempre di più, fino a trasformarsi nel suo contrario, coi prezzi in discesa.  Le persone si ritroverebbero nel breve periodo più soldi in tasca, ma a lungo termine anche i salari scenderebbero.

    Peggio ancora, gli interessi sui debiti, ad esempio sui mutui, resterebbero fermi, e la ripresa si allontanerebbe. E alla fine le imprese, cariche di merci invendute, dovrebbero ridurre la produzione e licenziare. La spirale che parte dalla deflazione arriva alla disoccupazione. Leggi tutto…

  • The_Thinker_Musee_Rodin

    In questi giorni di settembre vi capita di avere dolore alla testa magari al mattino appena svegli oppure di sera, quando proprio crollate dal sonno?

    Potrebbe essere un semplice sintomo di stanchezza, difficoltà di abituarsi ai ritmi che stanno cambiando, agli impegni maggiori della stagione autunnale, alla differenza di temperatura e insomma a diverse cause di stress fisico e psicologico che si affiacciano nella vostra vita quotidiana. Niente di preoccupante, niente a che fare con la cefalea primaria, che è un mal di testa non dipendente da altre malattie, ed è una patologia a sé stante. Leggi tutto…

  • discarica velletri - foto agenzia dire (4)-2

    Discariche. Sembra che non se ne possa fare a meno. In senso assoluto è così, perché anche la migliore delle raccolte differenziate scarta una quota di rifiuti da avviare in discarica, ma l’Italia è ancora lontana da questa prospettiva “ideale”. Separare e recuperare il più possibile è la strada indicata da tutti, ma spesso le aziende di raccolta si occupano solo della prima fase, la meno redditizia: svuotano i cassonetti e portano la spazzatura a destinazione, ovvero negli impianti.

    A Roma la vecchia discarica di Malagrotta dovrà essere rimpiazzata da una nuova a Velletri? Da ogni parte si levano forti opposizioni a questa prospettiva, ma un progetto esiste, e prevede un contenitore – cava di pozzolana – della capienza pari a due milioni di metri cubi di rifiuti. Leggi tutto…

  • youth guaranteeQuanto bisogna aspettare per trovare lavoro? Perché se si aspetta troppo, si rischia di superare i trent’anni e si finisce fuori dalla fascia dei giovani “garantiti” dalla omonima garanzia – scusate il gioco di parole.

     Il progetto Youth Guarantee, mutuato da un modello nordeuropeo e finanziato da  fondi comunitari, è partito da più di quattro mesi e ancora non decolla. Promette colloqui al centro per l’impiego, che dovrebbe aiutare i ragazzi a orientarsi nel mondo del lavoro. E poi una formazione, un avviamento in azienda, sulla base delle offerte presenti sul portale del Ministero. Leggi tutto…

  • uva-1Perché abbiamo voglia di mangiare uva in questa stagione? Sicuramente perché naturalmente è questo il momento in cui i grappoli maturano, e in effetti l’uva serve a disintossicarsi. Certo, è un tipo di frutta che non va bene per tutti, i diabetici e quanti hanno problemi di glicemia o di ulcera fanno bene a evitarla, ma per tutti gli altri le sostanze antiossidanti e vitamine contenute in un grappolo sono un aiuto per l’organismo appesantito dagli stravizi di fine estate.

    Una tre giorni a base di uva fa sicuramente bene a  chiunque si senta un po’ intossicato, migliora le condizioni della pelle e allevia eventuali problemi di eruzioni cutanee. In un certo senso l’uva arriva al momento giusto, perché tutto rallenta in autunno, così se durante l’estate la luce del sole ha spinto il metabolismo, in questi giorni il nostro organismo si deve attrezzare al buio invernale e chiede sostanze che lo aiutino a difendersi dalle malattie di stagione. Leggi tutto…

  • scuola-pezziSe ne parla ogni anno, quando iniziano le lezioni. La condizione di sicurezza e il decoro degli edifici scolastici si possono migliorare nel tempo, aprendo i cantieri, cosa che in parte è già cominciata, dopo i decreti del Governo sugli interventi urgenti di edilizia scolastica. Secondo le prime stime si tratta di una partenza a rilento – meglio di niente, direte voi, ma se date una scorsa ai dossier di Cittadinanzattiva sulla sicurezza nelle scuole scoprirete che circa 1/3 non potrebbero essere considerate agibili, eppure aprono i battenti, anzi li hanno già aperti, in tutta Italia.

    Alcuni cantieri sono già partiti, alcuni finanziamenti sono stati erogati, certo non sono sufficienti, vista la gravità della situazione. E infatti vediamo casi paradossali di scuole restaurate e metà, nel senso che se in uno stesso edificio convivono più istituti, magari non tutti sono stati riconosciuti ugualmente bisognosi di intervento, anche se a prima vista non ci sono grandi differenze tra il primo piano e il secondo. Come è possibile? Leggi tutto…

  • ebolaArriverà anche in Europa il contagio del virus Ebola, che sta uccidendo centinaia di persone nei Paesi dell’Africa Occidentale – Liberia, Sierra Leone, Guinea, Nigeria – anche noi siamo in pericolo? No, secondo i medici che studiano Ebola e ne osservano il terribile decorso. E’ impossibile che il virus viaggi, perché la malattia è fortemente debilitante, un ammalato non è in grado di spostarsi, si aggrava e – nel 90% dei casi – muore in breve tempo. Ebola si trasmette per il contatto con i fluidi biologici infetti, come il sangue o altre secrezioni, niente di paragonabile alla trasmissione di influenza o raffreddore. Attualmente il virus si diffonde in Africa e fa tanti più morti quanto più popolate e urbanizzate sono le zone dove scoppiano i nuovi focolai. Anche per questo cresce tutti i giorni il numero delle vittime africane di Ebola, forse come mai prima d’ora.

    Se l’Occidente è al sicuro allora perché le Nazioni Unite hanno lanciato un allarme senza precedenti? Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario