Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • vendemmia2014Che vuol dire vendemmia scarsa? Poche bottiglie in cantina e prezzi in crescita. Non saremo i primi d’Europa, quest’anno la Francia potrebbe superarci di alcuni milioni di ettolitri.

    La qualità media dovrebbe essere confermata. Certo, l’esito della vendemmia dipende sempre dalla stagione…ma quella è una variabile che i contadini conoscono da tempo immemorabile. La condizione climatica di quest’anno è stata però accompagnata in qualche regione da malattie delle piante, come è avvenuto in Puglia, dove la produzione a causa dei funghi della vite è calata del 25%.

    Una riduzione anche in Piemonte e Veneto, forse in aumento la quantità di uva toscana. Insomma, anche l’innalzamento dei costi di produzione ha fatto la differenza. La situazione è varia, e si capirà bene tra qualche mese, quando i vini si potranno valutare nelle varie fasi di vinificazione e affinamento. Alcuni produttori hanno scelto per quest’anno di mettere da parte le etichette di alta gamma, per concentrarsi al meglio su vini di medio livello, magari meno cari ma ben fatti.

    Le sorprese nel mondo del vino non sono mai mancate. E in ogni caso, un 30-40% di uve verranno utilizzate per i prodotti a denominazione di origine (Doc e Docg) e a indicazione geografica tipica (Igt). E se poi vi affidate alle guide specializzate, scoprirete che molte delle etichette premiate hanno prezzi inferiori ai 15 euro. Che di questi tempi è già qualcosa…

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario