Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • campagna_siciliana_1C’è qualcosa nella vostra vita che vi sembra di troppo? Vi sentite sotto pressione a causa degli obblighi, dei tempi stretti, vi sentite schiavi di un modello di consumo che non vi corrisponde? Non siete soli, ci sono tante persone nel mondo che già si sono poste simili domande, e hanno trovato una risposta nella “decrescita felice”, una scelta di vita, filosofica e pratica, che consiste nel rinunciare felicemente per vivere meglio. Rinunciare a che cosa?

    A qualsiasi oggetto, attività, bene di consumo che deriva dalla nostra abitudine a una serie di bisogni “indotti” dalla società. Per decenni ci hanno parlato della crescita economica, oggi sappiamo come è andata e allora ci chiediamo, se invece si invertisse il punto di vista e si parlasse di decrescita, non di depressione ma di scelta di fare a meno di tutto ciò che in realtà non ci serve, insomma di fare a meno degli sprechi, si potrebbe vivere meglio?Pensateci.

    Se un certo oggetto che è già in vostro possesso non è strettamente necessario, anzi in effetti non sapete che farne, vi accorgerete che la vostra felicità non dipende da quell’oggetto, e forse non vale la pena di passare una parte della vostra vita lavorando per ottenere altri oggetti, inutili. Ora, è chiaro che in tempo di crisi la privazione è un obbligo per tanti, ma un ritorno alla semplicità, senza tralasciare i vantaggi delle tecnologie, può essere una scoperta. La decrescita felice diventa un atteggiamento diverso nei confronti della vita.

    Non vuol dire che domattina tutti torniamo a coltivare la terra. Ma può darsi che ci rinnoviamo assegnando valori diversi alle cose che vediamo intorno a noi, e col passare del tempo le selezioniamo diversamente. Cambieranno le nostre scelte. Le relazioni affettive ne guadagneranno in tempo e attenzione, fioriranno nella vostra vita spazi nuovi da dedicare alle attività che amiamo. In fondo, per essere felici cosa ci vuole? Chiedete in giro, vi diranno che ci vuole l’amore.

  • 2 Commenti

    WP_Modern_Notepad
    • mdemedici scrive:

      Ecco l’indirizzo del sito internet dell’associazione mondo di paglia che fa capo all’architetta Sarah Gracci.

      http://www.mondodipaglia.it

    • gianna canepa scrive:

      volevo solo fare una domanda: nella puntata del 30 ottobre us (decrescita felice) si portava la testimonianza di un’ architetta che aveva dato una svolta alla sua vita, e ora vive in campagna costruendo oggetti con le sue mani, ma soprattutto avendo cambiato completamente la sua prospettiva sulla vita, senza chiaramente rinunciare a quella che è stata la sua esperienza professionale precedente (mettendo cioè a frutto la sua formazione e le sue conoscenze). Vorrei avere la possibilità di contattarla ( non sono riuscita a segnarmi il cognome) So solo che si chiama Oriana e ha fatto un workshop a Montespertoli. Grazie se vorrete rispondermi.
      Gianna

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario