Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • evasione-fiscaleL’evasione fiscale che cos’è?

    E’ la sottrazione di milioni di euro da parte dei grandi contribuenti, soprattutto le aziende, magari multinazionali, che si mettono al riparo legalmente dalle richieste del fisco italiano esportando le proprie sedi fiscali all’estero, oppure è la mancata emissione di scontrini fiscali, di ricevute e fatture da parte dei commercianti, dei liberi professionisti, dei medici?

    E soprattutto, che cos’è la tanto sventolata “lotta all’evasione” che tutti i governi proclamano, succedendosi nelle stanze di Palazzo Chigi?

    Quanto ai grandi patrimoni, alle aziende, si sono visti gli ultimi fatti che hanno fatto risuonare a Bruxelles – nelle orecchie del Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker – l’eco delle accuse al Lussemburgo, e alle scelte di sgravi fiscali, attrattori di compagnie straniere, pronte anche a investire in Italia, ma previo accordo fiscale con il Granducato. La legislazione del Lussemburgo permette di considerare gli investimenti come debiti, e di non pagare, anzi di scaricare dalle tasse gli interessi. Il tutto incrociato con una direttiva europea che solleva dal pagamento delle imposte una società-figlia, se la società-madre ha sede in uno Stato diverso. Risultato, né madre né figlia pagano tasse, se la madre ha sede in Lussemburgo.

    Secondo dati della Banca Centrale Europea i capitali italiani hanno ricominciato a prendere la via dell’estero, anche per via della recessione, l’ultimo dato sull’imponibile non dichiarato riguarda 223 miliardi in sei anni compresi tra il 2007 e il 2012.

    La novità annunciata – nell’Italia dei 130 miliardi all’anno di evasione stimata – è un sistema telematico che colleghi in rete direttamente agli uffici del fisco tutti i negozi tenuti finora a rilasciare scontrino. Al posto del pezzetto di carta, che viene abolito, ci sarà una comunicazione quotidiana o settimanale degli incassi. Questo dovrebbe facilitare il lavoro dei contribuenti, che riceveranno una dichiarazione precompilata, con i redditi in base ai quali dovranno pagare le tasse. Ma non potranno venire meno i controlli…

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario