Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  •  

    busta_paga--400x300Se siete lavoratori dipendenti o pensionati la dicitura non vi è nuova. In busta trovate scritto, verso la fine dell’elenco delle voci, e rigorosamente col segno meno, “addizionale comunale”, “addizionale regionale”.

    Sono tasse, naturalmente. In pochi anni, le addizionali sono cresciute di tanto, si calcola quasi un 30% in più. Quindi, aggiungiamo questa voce alle altre che ci sono già note, la Tasi, l’Irpef, e via dicendo, e arriviamo così a a un “bel” 45% di pressione fiscale, il solito record italiano…

    L’Irpef comunale 2014 è cresciuta dell’8,5%, pari a una media di 140 euro all’anno a testa, nel 2012 pagavamo 129 euro a testa. Poi c’è quella regionale, aumentata dell’1,1%…

    Ora, le Regioni sono quasi tutte in bolletta, e per questo hanno facoltà di aumentare le tasse, fino a 0,6 punti, e pure i comuni possono toccare l’aliquota massima dello 0,8%. Queste percentuali si sommano tra loro fino ad accrescere la quota complessiva di tasse che paghiamo a Stato centrale e enti locali, con la differenza – forse non tutti sanno – che la parte di aliquota locale non può essere considerata quando si calcolano le detrazioni. Su quella quota si paga e basta.

    Senza contare l’estrema incertezza della politica fiscale, a partire dalle scadenze, per cui nessun ente locale è veramente in grado di dire quanto incasserà..e allora che fa? Aumenta l’aliquota.

    E’ il federalismo fiscale, bellezza, e tu non puoi farci niente…- potremmo dire, parafrasando Humphrey Bogart.

    Ma poi, alla fine, non è nemmeno così, perché in realtà il federalismo fiscale puro farebbe ricadere tutta la responsabilità sui sindaci, o sui presidenti di Regione. Invece, una quota delle addizionali comunali e regionali va a finire nella redistribuzione nazionale del gettito, per sostenere le città e le regioni in maggiori difficoltà economiche. Quindi, tutto si trasforma in un enorme scaricabarile, il nostro sport nazionale!

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario