Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • infophoto_sicurezza_stradale_omicidio_colposo_-defaultOmicidio stradale. E’ il reato in discussione in Parlamento. L’iter legislativo non è ancora concluso, la possibilità di punire i responsabili di incidenti mortali si accompagna nel progetto alla sospensione a vita della patente.

    La vera emergenza si legge nelle cifre: dieci morti al giorno, tra loro ci sono anche bambini, 53 dall’inizio di quest’anno. Le cause degli incidenti sono sempre le stesse: comportamenti imprudenti, velocità eccessive, guida sotto effetto di alcool e sostanze stupefacenti – ma anche l’uso di alcuni farmaci, in dosaggi elevati, rallenta i riflessi e la capacità di reagire agli imprevisti.

    Ora, gli omicidi causati da una guida spericolata sono cosa diversa dagli incidenti determinati da un concorso di circostanze sfortunate. Cosa succede a queste persone? In genere – non sempre – c’è un periodo di sospensione della patente, che può variare. Si può arrivare anche a ritirare la licenza di guida, vuol dire che per tornare a guidare è necessario sostenere di nuovo gli esami. Ma qui il punto non è tanto se si è in grado di guidare oppure no, ma se si è oppure no in condizioni di nuocere ad altri.

    In attesa del completamento dell’iter di legge, che prevede una serie di provvedimenti restrittivi per sanzionare gli automobilisti colpevoli di comportamenti imprudenti, ci conviene familiarizzare con alcune delle possibili  novità. Il limite di velocità a 30 kmh nelle zone intorno a scuole e ospedali, il ritiro a vita della patente per chi è colpevole di omicidio provocato da una violazione del codice della strada, ma anche obbligo di utilizzare una quota degli incassi delle multe per la sicurezza stradale.

    Sarà interessante capire cosa si intende per sicurezza stradale, a chi saranno appaltati gli interventi, con quali garanzie di qualità del servizio….ma questo è un altro argomento. O no?

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario