Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • grf_image4 (1)I farmacisti se ne sono accorti, osservando il calo delle vendite di medicine. Le associazioni che fanno assistenza ai poveri lo registrano tutti i giorni.

    Aumentano le richieste di cure gratuite e diminuisce il numero di quanti si rivolgono al servizio sanitario nazionale. Certo, perché curarsi costa. E non ci sono soldi neppure per pagare il ticket. Leggi tutto…

  • lista-falciani-1Ormai sono usciti anche i nomi. Si sa chi sono gli italiani indicati sulla lista di quanti avevano depositato una parte dei loro soldi su conti Hsbc Private Bank di Ginevra.

    I dati erano stati sottratti e poi diffusi  dall’ingegnere informatico italo-francese Hervé Falciani, che lavorava per la filiale svizzera dell’istituto bancario. Sono carte di cinque anni fa, che sono state consegnate già all’epoca a magistrati e guardia di finanza.

    Leggi tutto…

  • R-119498993-ape-fioreSono il mezzo più sicuro di riproduzione delle piante – grazie alla loro tecnica di impollinazione provvedono a trasportare il  necessario perché la natura faccia il suo corso, da secoli.

    Più o meno il 70% delle colture, tutta la frutta e molti ortaggi dipendono dalle api. Ora però, già da alcuni anni, le api rischiano di finire sterminate, e i nostri campi di morire nel silenzio.

    E’ davvero così tragico il quadro della situazione? Leggi tutto…

  • IRAQ-UNRESTNon avevamo capito.

    L’impreparazione occidentale di fronte a un nuovo sistema di terrore che si organizzava dall’altra parte del mare mediterraneo si è espressa nel ritardo con il quale siamo arrivati a riconoscere la realtà del fenomeno Isis, almeno di quello che riusciamo a vedere da lontano.

    Ora che la politica di terrore globale del grande califfato è entrata nel discorso quotidiano, e anche su twitter si legge l’hashtag “stiamo-arrivando-a-Roma”, ora cominciamo a pensare alla minaccia come a qualcosa di più reale, e vicino a noi. Leggi tutto…

  • Sconti-sulle-multe-ma-il-vero-problema-e-Equitalia_h_partbDate un’occhiata ai bilanci di previsione per il 2015. Scoprirete che i comuni italiani mettono in conto di incassare sempre di più dalle contravvenzioni.

    In prospettiva non c’è solo l’aumento degli autovelox, ora in alcune città viene introdotto il nuovo sistema di “street control” – macchina fotografica piazzata su auto della polizia municipale e collegata a un computer. Fotografano le auto in divieto di sosta, o in doppia fila, e automaticamente emettono la contravvenzione, se le foto sono venute abbastanza bene da rendere leggibile la targa. Insomma si prevede un incremento del 20% di incasso rispetto al 2014. Leggi tutto…

  • images (3)Non siete più soli. Così ha detto il commissario europeo all’immigrazione Dimitris Avramopoulos. Lo ha detto proprio in italiano, per rendere la dichiarazione più significativa. Tredici milioni e settecentomila euro sono stati stanziati dall’Europa per sostenere una parte dei costi italiani, “per affrontare al meglio la gestione del forte afflusso dei richiedenti asilo”.

    E poi c’è la decisione di estendere l’operazione di soccorso in mare e controllo delle frontiere esterne, quella battezzata col nome di Triton, a tutto il 2015. Diciamo che rispetto alle previsioni di contenimento del flusso di arrivi dall’altra sponda del mar mediterraneo Triton ha già deluso le aspettative. Leggi tutto…

  • BEDROCAN_nCi sono dei casi in cui il dolore diventa la malattia, e in quei casi la priorità è non soffrire. Ma quando si parla di terapia del dolore l’Italia non ha la cultura necessaria ad affrontare il problema.

    I medici non sono sufficientemente informati, e i pazienti non sanno a chi possono rivolgersi. Le strutture – hospice, cliniche e ambulatori di terapia del dolore sono pochi rispetto alla richiesta, e spesso nemmeno il medico di base sa indicare il percorso da seguire per mettere fine alla sofferenza.

    Il dolore è utile solo come sintomo per scoprire la malattia, una volta fatta la diagnosi va alleviato. Come? Leggi tutto…

  • c5be35beac87c78b64df64c8da7aea95_420252Per trent’anni, o poco più, abbiamo sentito parlare di quote latte. Le aveva fissate l’Europa per tenere sotto controllo il prezzo del prodotto alla stalla, ed evitare che gli allevatori perdessero guadagni. Alla consegna del latte, gli stabilimenti di trasformazione, se si superava la quota fissata, erano incaricati di trattenere una parte del prezzo, come tassa da pagare per lo “sforamento”.

    L’Italia ha superato più volte le quote latte, fissate sulla base del venduto, e alla fine, sette anni fa, ha rinegoziato un aumento. Nel frattempo abbiamo pagato, con denaro pubblico, oltre quattro miliardi euro per lo sforamento quote. Tra poco più di un mese, il 31 marzo prossimo, questo regime finirà. Leggi tutto…

  • ccLa criminalità sa cambiare, sa addirittura anticipare i tempi. Questo è il tipo di lavoro che ha fatto la ‘ndrangheta nelle regioni del Nord Italia, che sono molto diverse dal Meridione, per caratteristiche economiche, livelli di occupazione, organizzazione sociale.

    Infatti al Sud l’assistenzialismo, quello che non arriva dallo Stato sociale, una parte della popolazione lo ha ricevuto storicamente dalla criminalità organizzata, una specie di welfare sostitutivo. Al Nord invece i boss offrono i servizi, il terziario dell’illegalità.

    Leggi tutto…

  • Partite IvaSi dice che l’Inps ha un bilancio scricchiolante, lo sanno tutti…e allora le nostre pensioni? Lo Stato garantisce per noi, al momento giusto interviene a sanare il passivo – così è stato finora.. e i risultati si sono visti, sul debito pubblico… Chi versa oggi i maggiori contributi, tra i lavoratori attivi – quelli che guadagnano e di fatto anticipano i soldi necessari all’erogazione delle pensioni in essere? Sono soprattutto i dipendenti, e gli iscritti alla Gestione Separata, la contribuzione dei professionisti a partita Iva, spesso trattati al pari dei dipendenti dal punto di vista dei doveri, ma non garantiti, anzi costretti a versamenti superiori al 30% di aliquota. Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario