Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • 730-precompilato-3-1030x615Vi serve una penna per firmare la delega, e vi servono un po’ di soldi per pagare un professionista che si faccia carico della responsabilità – un commercialista o un più economico centro di assistenza fiscale. Ecco le cose essenziali per affrontare senza timore la scadenza della denuncia dei redditi versione precompilata.

    La novità è partita, sul sito dell’Agenzia delle Entrate trovate già tutte le istruzioni, ma è chiaro che se non avete un computer non state leggendo questo commento, quindi i miei consigli sono inutili.

    Senza internet questa cosa del 730 precompilato non si può fare, quindi se non vi sentite a vostro agio con le nuove tecnologie tanto vale mettere mano al portafoglio – una volta di più – e pagare il Centro di Assistenza Fiscale di cui vi fidate. Il motivo per cui dovete pagare un po’ di più – aumento non meglio specificato, almeno finora – è che da quest’anno le sanzioni in caso di errore sono direttamente a carico del delegato, quindi di chi ha validato la vostra dichiarazione dei redditi, quindi del Caf o del commercialista. Un rischio che significa soldi, ovvero pagamento dell’imposta, più l’eventuale sanzione ed interessi in caso di errori.

    Per le spese mediche, quelle che tutti abbiamo, e che soprattutto dopo una certa età diventano inevitabili, non ci saranno sostanziali differenze. Andranno inserite da noi contribuenti perché l’agenzia delle entrate non è ancora pronta a immettere tutti i dati attraverso la tessera sanitaria. Se ne riparlerà il prossimo anno. Per il 2015 è importante ricordare che il 730 precompilato va inviato entro il 7 luglio. Ma aspettate fino al 15 aprile per scaricarlo, ne riparleremo….

  • Un commento

    WP_Modern_Notepad
    • Andrea Masala scrive:

      Ho trovato molto utile ed illuminante la trasmissione di oggi, peccato il poco tempo a disposizione, meritava senz’altro più tempo per chiarire ancora meglio quello che ci sta “capitando”. Prendo in parola la promessa di volerne riparlare, ma una considerazione mi viene spontanea, qualcuno un giorno ,non ricordo a che proposito, ha detto: siamo nati per soffrire e ci riusciamo bene! Grazie dell’attenzione.

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario