Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • lavoro-giovaniIl lavoro si può creare? Certo ci vuole qualcosa da fare, quindi deve aumentare la produzione, e questo dipende dalle condizioni economiche, che migliorano molto lentamente…poi ci sono le nuove regole introdotte con la riforma del mercato del lavoro, e ci sono gli aiuti alle imprese, come la decontribuzione finanziata dalla legge di stabilità…tutto questo serve a migliorare la situazione di base, e infatti gli imprenditori che chiedono di accedere al beneficio sono già tanti, e possiamo sperare che aumenteranno, insieme alle richieste di contratti a tutele crescenti.

    Possiamo chiederci come verranno sostenuti gli stessi incentivi alla fine di questi tre anni, e vedremo se i cambiamenti potranno consolidarsi in forme più durature. Poi però restano i decreti ancora da approvare e quelli sono cruciali per la parte mancante della riforma, la parte che riguarda i servizi al lavoro, la creazione dell’Agenzia nazionale per l’occupazione e la ridefinizione delle competenze tra enti pubblici e privati, anche a livello locale.

    Attualmente si naviga col vecchio sistema, e si fanno i conti con le varie spending review dello Stato e delle Regioni. Il risultato è una grande incertezza, aggravata dalle posizioni precarie di alcune centinaia di persone, sparse tra Agenzia nazionale e enti locali.

    Quelli che insomma dovrebbero aiutare i disoccupati a riqualificarsi e trovare nuovi lavori non sono tutti al lavoro in questo momento, e non sapranno neppure sotto quale forma contrattuale saranno riassunti. Perché? Pare che i contratti a tutele crescenti siano troppo onerosi per lo Stato, in tempi di spending review…

     

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario