Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • gioco-azzardoChi guadagna sul gioco d’azzardo, il cui fatturato cresce nel nostro Paese senza subire i contraccolpi da crisi economica? C’è la parte legale delle scommesse, e su quelle ci guadagna lo Stato, poi c’è la parte illegale che è una fonte di investimento a guadagno sicuro per la criminalità organizzata.

    Si discute di riforma del settore, ma le associazioni che combattono contro la dipendenza patologica generata dai giochi non sono soddisfatte delle ipotesi sul tavolo. Temono che una nuova legge nazionale non sufficientemente dettagliata possa addirittura limitare le azioni di singole amministrazioni comunali costringendole a uniformarsi a una normativa più “morbida” e uguale per tutti. Leggi tutto…

  • 0000001_insalataSiamo alle solite. Fa più caldo, il girovita ci sembra un po’ più pieno… insomma vogliamo alleggerirci in vista degli abiti estivi, anche per sentirci meglio, ce n’è un po’ di ragioni per darsi da fare con l’alimentazione disintossicante di stagione. Si propongono, come sempre, insalatone di ogni tipo, perché la verdura cruda contiene molta acqua, ci dà un bel senso di sazietà…. e ci libera dal senso di colpa. Però, non tutti possono trarre giovamento da grandi quantità di insalate o verdure crude. Anzi più sono ricche le combinazioni più la digestione diventa impegnativa.

    Alcuni ortaggi poi, come i ravanelli, vanno evitati in caso  di gastrite. I pomodori non sono sempre ben tollerati da tutti. Quindi, andiamoci piano. Le crudité prima del pasto sono gradevoli e aiutano a tenere sotto controllo la glicemia, ma gli abbinamenti vanno scelti con cura. Leggi tutto…

  • iran-150326103205Una cosa sono gli accordi internazionali, e le tensioni che si creano e poi si stemperano tra le potenze mondiali, altra cosa sono le ricadute di natura economica che riguardano le persone di altri Paesi, anche lontani, ma in un mondo globale sempre più connessi…

    Quello che abbiamo, per il momento, è un’intesa preliminare tra gli Stati Uniti e l’Iran, firmata due settimane fa a Losanna. Salutata come un fatto storico, andrà confermata da un accordo definitivo entro il 30 giugno, e siccome il principale oggetto del contendere è la questione del nucleare, è proprio su questo che gli attori in campo discutono, e ancora non trovano molti punti di incontro. Leggi tutto…

  • lavoro-giovaniIl lavoro si può creare? Certo ci vuole qualcosa da fare, quindi deve aumentare la produzione, e questo dipende dalle condizioni economiche, che migliorano molto lentamente…poi ci sono le nuove regole introdotte con la riforma del mercato del lavoro, e ci sono gli aiuti alle imprese, come la decontribuzione finanziata dalla legge di stabilità…tutto questo serve a migliorare la situazione di base, e infatti gli imprenditori che chiedono di accedere al beneficio sono già tanti, e possiamo sperare che aumenteranno, insieme alle richieste di contratti a tutele crescenti.

    Leggi tutto…

  • MAIN Brain circuit board 710x395_0Siamo sicuri che le tecnologie ci alleggeriscono la vita? In molti casi è così, anche se è vero che ogni progresso contiene in sé delle scelte, quindi delle perdite che vanno calcolate insieme ai vantaggi. L’esempio della scrittura, quella che leggete in questo momento, prodotta attraverso la pressione delle dita su una tastiera, è classico.

    Ci sono esperimenti che dimostrano la maggiore ricchezza lessicale e la più elevata capacità di memorizzare le nozioni dei bambini costretti a scrivere a mano per un certo tempo, se paragonati ai coetanei che usano prevalentemente supporti tecnologici per la scrittura – tastiere del computer, telefoni, tablet…quindi, per non perdere l’allenamento a ricordare, specialmente da giovani quando si espande la nostra memoria, la scrittura a mano non dovrebbe essere abbandonata. Leggi tutto…

  • depuratoreChe fine fanno i soldi destinati alla depurazione dell’acqua? Quando arrivano vengono destinati a usi diversi, oppure rimangono inutilizzati. Perché? Non si trova qualcuno che dia una risposta su questo, tutti fanno domande, si indignano, e poi le cose continuano come prima..

    Il risultato è che ci sono alcune regioni ancora non in regola con i parametri di sicurezza europei, già sono arrivate due volte le sanzioni da Bruxelles, e si pagano le multe, perché non ci sono alternative… Leggi tutto…

  • 81_giornatamondialedellasalute_2015_posterDue milioni di persone muoiono ogni anno dopo aver mangiato cibi non sicuri. Ce n’è abbastanza perché l’Organizzazione Mondiale della Sanità chieda attenzione maggiore ai governi di tutto il pianeta sulla sicurezza alimentare, e infatti a questo tema è stata dedicata l’annuale Giornata Mondiale della Salute.

    Il primo livello di contaminazione dei cibi è quello della produzione. E i controlli sono affidati ai Paesi di provenienza degli alimenti. Ecco la prima vera difficoltà, in un mercato globale, dove le legislazioni non sono armonizzate tra loro e poi i controlli effettivi dipendono dall’attenzione nazionale. Leggi tutto…

  • artigiani-immagine-simboloBottai, Cappellieri, Tintori, Cestari, Sediari, Pettinari, Orafi, Guantai. Gli artigiani sono la storia delle nostre città, dove i nomi delle strade portano la traccia degli antichi mestieri. Le botteghe artigiane però appartengono al passato. La sparizione è stata ampiamente documentata negli ultimi anni dalle associazioni di categoria. Le cause sono più o meno note.

    C’è stata, e ancora c’è la crisi, con l’aumento degli affitti, e le tasse da una parte, e la riduzione dei consumi dall’altra. I soldi sono pochi e si tende a cercare qualcosa che costi meno, oppure a spendere per divertirsi e andare a cena fuori senza grandi pretese, magari pizza o panino e una cosa da bere – e infatti alcuni artigiani vengono sfrattati per fare posto a pub o birrerie. E’ un’attività di nicchia, quella delle botteghe storiche. Ce la fa chi vende all’estero, solo i prodotti da esportazione resistono. Leggi tutto…

  • 440_0_2741716_70349E’ il profumo di casa, quello del pane croccante. Ci riporta ai tempi lontani, e ai luoghi della nostra infanzia – quando troviamo proprio quel tipo di impasto…che è rimasto nei ricordi. Perché la panificazione italiana è sterminata, si contano più di trecento specialità, quindi ciascuno di noi sa cosa mangia quando ritrova la strada della produzione artigianale della propria città, o regione.

    Ci sono le splendide tradizioni che solo alcuni panificatori contemporanei stanno recuperando, salvandole dall’omologazione industriale del pronto-a-fette che troviamo ancora nei supermercati, e che rimane morbido per giorni, fina a essere a volte gommoso. Cosa fa davvero la differenza? Leggi tutto…

  • flat-sharing2Si può condividere tutto, come dicono gli esperti della sharing economy – non serve più di un trapano per ciascuna strada, quindi perché non prestarselo tra vicini di casa? Quello che conta è fare il buco, no?

    Con questa filosofia di base sempre più italiani si scambiano le case con perfetti sconosciuti di altre nazionalità – e molti altri affittano, con risultati discretamente redditizi, il loro appartamento, in tutto o in parte, a chi voglia fare un’esperienza di studio, viaggio, lavoro nel nostro Paese….siamo al terzo posto dopo Stati Uniti e Francia per affitti brevi, questo dicono le analisi basate sul traffico via internet. Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario