Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • smart-city-mce-533x300Le reti intelligenti migliorano la vita. Questa è la filosofia delle smart cities, le città dotate di collegamenti e facilitazioni per ridurre e rendere più fluidi i flussi di traffico, distribuire l’energia in modo più efficiente, e passare su internet le informazioni tra gli utenti della città. Anche perché il mondo tende a formare megalopoli, enormi nuclei urbani, sempre più popolati. Si può invertire questa tendenza? Sarà difficile, ma in qualche modo si sta già correndo ai ripari, perché le risorse della Terra non sono infinite.

    In effetti, essere connessi può servire proprio a contenere l’uso dell’energia, ottimizzandola in una distribuzione più efficiente, e quindi a risparmiare. Ecco l’interesse che potrà spingere i cittadini a collaborare nell’uso delle reti intelligenti.

    Cosa si può già fare? In Italia si sperimenta in blocchi di edifici la rete intelligente, l’energia da fonti rinnovabili ha superato il 40% della produzione. Ci sono laboratori dell’Enea sparsi tra Nord, Centro e Sud, dove si verificano le potenzialità di smart ring, per il controllo delle reti di traffico e di risparmio energetico, ci sono app che accolgono le richieste dei passeggeri dei mezzi pubblici, così si ottimizza la gestione dei trasporti. Tutto questo costa ancora troppo. Ma nei prossimi anni la tecnologia renderà tutto più accessibile.

    Nel giro di un decennio interi quartieri saranno coinvolti nella sperimentazione, fondata su cellule di base comunicative sui social network. Insomma le persone dovranno imparare o ricordare come si fa a stare insieme: la partecipazione è vitale per ottenere ottimizzazione e risparmio delle risorse. Gli automobilisti daranno informazioni al sistema centrale sulle strade scorrevoli o bloccate.

    Ogni rete intelligente si servirà del contributo di volontari. Avevate già sentito parlare di bene comune?

     

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario