Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Obesita-infantile-ftalatiNon ci sono persone grasse per “costituzione”. In realtà ci sono persone che tendono ad accumulare zucchero nel sangue. Questo dipende da una tendenza di base, legata magari a precedenti di diabete in famiglia, e però dipende anche da un certo tipo di alimentazione, quella ricca di carboidrati raffinati, pane e pasta bianchi, e zucchero, soprattutto fruttosio, insomma tutto quello che rappresenta un “alto indice glicemico”.

    Il percorso che porta a diventare insulinoresistenti può essere graduale –  e dipende da un insieme dei fattori alimentare e genetico – ma poi uscire diventa difficile, perché l’insulinoresistenza porta all’infiammazione del fegato e infine al fegato grasso.

    Anche l’aumento esponenziale di diabete di tipo 2 tra i bambini e i ragazzi è legato in gran parte a questa insulinoresistenza. Fare ginnastica aiuta. Perché lo zucchero che non riesce a passare nei muscoli a riposo – sede tipica di insulinoresistenza – viene invece assorbito durante il movimento, ed è un bene, perché ripristina il ciclo virtuoso del metabolismo.

    Tutte queste parole riprese dai dati di esperienza clinica di medici come epatologi, endocrinologi e nutrizionisti servono per dire che le nostre abitudini alimentari sono sbagliate da quando abbiamo smesso di darci da fare per scegliere e preparare il cibo che consumiamo.

    Quante generazioni ci vorranno perché le mamme e le nonne si convincano che un bambino grassoccio non è forte e in salute, ma al contrario è più debole dei suoi coetanei normopeso? Questo è il problema dell’Italia, e rischia di trasformarsi in una pandemia di obesità, coi relativi costi sociali e sanitari, se non cambieremo prospettiva.

     

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario