Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • max_ca4e4913b62c7d9ece3c5885d964c1aeLavorare dentro casa comporta rischi, e noi uomini e donne contemporanei, ormai tecnologizzati, obbligati a passare tante ore del nostro tempo davanti al computer, abbiamo perso l’abitudine e la manualità necessarie per lo svolgimento di alcuni lavori domestici. Comunque avvengano gli incidenti dentro casa, sono i bambini ad essere maggiormente colpiti.  Poi vengono gli anziani, quelli sopra i 65 anni, e tra loro soprattutto le donne.

    Ora, ci sono ancora resistenze di carattere culturale, visto che gli incidenti domestici sono considerati residuali anche nelle classificazioni internazionali degli infortuni. Il fatto che i nostri ambienti si siano evoluti dal punto di vista delle prestazioni e dei comfort non significa che siano diventati necessariamente più sicuri, anzi la cucina continua ad essere il luogo di gran lunga più pericoloso, dove ci si ferisce con oggetti taglienti, ci si scotta con acqua e olio bollenti, oltre che per il contatto con le pentole o col forno.

    Poi ci sono le cadute, causate da pavimenti bagnati e scivolosi, queste avvengono soprattutto in bagno. Non c’è metodo nel fai-da-te dentro casa, manca conoscenza dei rischi e delle pratiche corrette che andrebbero applicate nei lavori domestici. Si potrebbero prevenire danni alle persone, e costi sociali e sanitari. Partecipazione degli anziani a programmi di prevenzione mirati, anche questo ci vorrebbe, ma bisogna cominciare presto, quando si è ancora in possesso delle proprie abilità di movimento, in modo da poter affrontare futuri peggioramenti…

     

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario