Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • aaaapensioniarancioniCome facciamo a calcolare la nostra futura pensione?

    Non si sa, il mondo della previdenza è oscuro per la maggior parte di noi.

    Questo è il motivo per cui si parla da anni della “busta arancione”, quella che dovrebbe indicarci quanto ciascuno di noi si può aspettare di ricevere una volta superata l’età lavorativa. Le incognite però sono troppe. Come arriverà questa busta?

    Per i dipendenti pubblici verrà abbinata al cedolino paga, per i privati i primi recapiti saranno spediti in forma di lettera che verrà spedita a casa ai contribuenti Inps, almeno a una parte di quanti non usano il portale “la mia pensione” per conoscere la propria situazione previdenziale. Il motivo è almeno duplice. Intanto si tratta di stimolare chi riceve la lettera a mettersi in contatto telematico con l’Istituto di previdenza, e poi c’è la questione della pensione integrativa.

    Quando ci si rende conto dell’esiguità del futuro reddito, atteso alla fine di una carriera lavorativa – che si ipotizza nella simulazione come se fosse sempre uguale a se stessa, senza contare gli scossoni che oggi purtroppo sono sempre più frequenti – si comincia a pensare a mettere i soldi da parte. Naturalmente questo discorso vale soltanto per chi se lo può permettere.

    Gli altri, cioè una grande fetta dei lavoratori, innanzitutto quelli che fanno capo alla gestione separata Inps, sanno già oggi che cosa significa vivere alla giornata. E poi lo dice anche il presidente Inps Tito Boeri, che c’è il rischio di perdere un’intera generazione di lavoratori giovani, quelli oggi disoccupati, o costretti ad accontentarsi di lavori scarsi, sottopagati e saltuari. Non avranno pensioni decenti, e non si intravvede una crescita che possa sostenere il reddito di questi futuri poveri con un sostegno di welfare o attraverso la tassazione generale…a allora?  Che ne sarà di loro?

     

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario