Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Acque-inquinate-e1462796204724Quante diverse sostanze si trovano nelle nostre acque, anche in quantità minime? Almeno 224, secondo il rapporto dell’Istituto per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Se a quattro anni di distanza dai controlli precedenti – quando se ne rilevavano 175 – sono cresciute significativamente le cifre, vuol dire che molti più pesticidi vengono impiegati in agricoltura, a dispetto dell’aumento delle coltivazioni bio.

    E non si tratta solo di quelli. Certo ci sono i diserbanti, come il glifosato, di cui tanto abbiamo parlato negli ultimi mesi, ma ci sono anche i residui della lavorazioni industriali, e i rifiuti provenienti dalla dismissione di vecchie fabbriche e miniere in zone non bonificate. Cosa ci fanno queste sostanze nell’acqua? Che effetto hanno sulla nostra salute?

    Qui i dati sembrano ancora scarsi, a parte alcune situazioni di emergenza dove intere zone sono state sottratte alla coltivazione oppure altri casi – clamorosi – in regioni dove un’impennata di malattie gravi si è già potuta registrare, per il resto le cause ambientali di danni alla salute sono diverse, e confluiscono in una concentrazione di sostanze nocive assorbite in parte dall’aria, in parte dall’acqua, in parte dai cibi. Quindi non si trova un solo colpevole.

    Sicuramente in questo settore sussiste la reiterazione di scelte non oculate da parte delle amministrazioni locali. Ad esempio, sappiamo che l’arsenico si potrebbe eliminare con depuratori efficienti, e non si capisce perché i soldi vengano sprecati in impianti non all’altezza del compito. O forse si capisce….

     

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario