Fuori Tg - Fuori pagina

di Maria Rosaria De Medici

  • Ci sono sostanze vitali che neppure prendiamo in considerazione nella nostra alimentazione quotidiana.

    L’assenza di questi nutrienti determina carenze gravi, che si traducono in patologie croniche spesso non diagnosticate, con danni per la salute e costi sociali molto alti. In tutto il mondo la fame nascosta di nutrienti essenziali, vitamina B12, zinco, vitamina A e iodio, è un problema che coinvolge due miliardi di individui. Non è uguale dappertutto, ma la situazione diventa grave nei Paesi a basso reddito, tra i poveri. Groceries in wicker basket isolated on white

    Quello che sta succedendo di recente anche in Italia, è il diffondersi di una cattiva alimentazione causata da problemi economici in alcune fasce della popolazione, dove vitamina A e zinco, contenuti in molti vegetali arancioni e in latte e uova, carne e legumi, iniziano a scarseggiare.

    Ma le carenze più gravi nell’alimentazione degli italiani sono quelli di vitamina B12 e iodio. Non si conosce il valore nutritivo del sale iodato, e si sottovaluta l’importanza di integrare la vitamina B12 in caso di alimentazione vegetariana o vegana. Questo produce danni anche ai bambini che nascono da madri carenti di questi nutrienti, e crescono in famiglie vegetariane. La chimica è l’essenza del nostro corpo – una macchina che va nutrita per essere efficiente e al riparo dai guasti.

     

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Calendario